Direttiva europea NIS: priorità alla cyber security


Gli stati membri avranno 21 mesi per adeguarsi. Ogni stato dovrà:

  • Stabilire quali saranno le infrastrutture critiche soggette alla direttiva fra energia, trasporti, banche, sanità e servizi digitali

  • Controllare che adempiano ai doveri espressi dalla direttiva stessa

Di importante si stabilisce:

  • norme comuni di sicurezza informatica e per intensificare la cooperazione tra i Paesi dell’UE e fornitori di servizi digitali

  • la condivisione delle informazioni tra gli Stati e l’obbligo di segnalare gravi incidenti informatici ai CSIRT (Computer Security Incident Response Team) nazionali.

Insomma, un CERT con capacità di intelligence.

Articolo: Tech Economy

#intelligence #criticalinfrastructures #government #risk #regulations

4 visualizzazioni

Sede

Via Gallarate 156

20151 Milano

Call

T: +39.02.30031390

  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Clean

XECURITY S.r.l.

P.IVA 09373670968